Festival della Scienza

Contenuti del sito

Contenuto della pagina - Torna su


Conferenza/Spettacolo

Newton, Cézanne e la mela proibita

Lo scienziato creativo
Luca Umena
È opinione diffusa che gli uomini di scienza siano austeri e glaciali, ma se si leggesse un'antologia di brani estratti dalle loro corrispondenze e si provasse ad indovinare chi sono, la risposta sarebbe: poeti, musicisti, artisti, visionari, pazzi... Perché, a differenza di quanto si crede, il pensiero scientifico non è intriso esclusivamente di razionalità e di rigore, ma anche di eleganza e di luminosa armonia. Non si nutre solo di oggettività e di freddezza, ma anche di passione e di delirante immaginazione. Come un acrobata sospeso sul filo, lo scienziato creativo procede in oscillante equilibrio tra realtà e fantasia, ragione e sentimento, follia e lucidità logica. Vi mostreremo tutto ciò in una prospettiva epistemologica interdisciplinare in cui si mescolano fisica, neuroscienze, arte, logica formale, cinema e letteratura.

Biografie

Luca Umena, laureato in Matematica e in Filosofia, per diversi anni ha insegnato Fisica Generale alla facoltà di Ingegneria di Perugia. Ha pubblicato numerosi articoli e saggi di epistemologia, intelligenza artificiale e filosofia della mente. Da sempre interessato all’identità umana nella sua totalità, sta lavorando a un testo che indaga i rapporti esistenti tra arte, scienza, umorismo e filosofia.

 

Versione stampabile

Newton, Cézanne e la mela proibita
Da 16 anni
il 31 ottobre, alle 14:30
Museo Diocesano Auditorium
Via Tommaso Reggio, 20r
Visualizza sulla mappa
 
Ingresso: Biglietti Festival
Prenotazione: consigliata