Festival della Scienza

Contenuti del sito

Contenuto della pagina - Torna su


Incontro

Scoperte, scenari e nuovi orizzonti dal Tecno-Medio-Evo

Livio Billo, Carmen Dal Monte, Marcello Pecchioli, Andrea Scotti
L'evento fa parte di: Scienza e...
Il Medio-Evo è sempre stato considerato un epoca povera di scienza e di tecnologia, i famosi Secoli Bui. La nostra ricerca collettiva, di docenti, ricercatori e professionisti, ha invece fatto venire alla luce un Medio-evo agguerrito, dal punto di vista tecnologico e informatico, un’Era totalmente inesplorata che ha avuto sacche tecnologico-scientifiche nascoste e invisibili, un paradigma alternativo dello sviluppo scientifico che avrebbe potuto dar corso ad un altro tipo di scienza e di evoluzione tecnologica, dalle potenzialità, virtualmente, illimitate. Questo Tecno-Medio-Evo rivelato, solleva molti dubbi  sulla visione standard che ne è stata data da storici della scienza e dell’arte e, inoltre, ci immette in un circuito culturale in cui, anche noi, contemporanei, sembriamo avere molte più caratteristiche e affinità con il Medio-Evo classico, grazie all’avvento di un pensiero digitale che ci rende molto più vicini e coevi al mondo antico e al Medio-Evo storico.

Biografie

Livio Billo, laureato in Lettere moderne e specializzato in Storia dell’arte contemporanea, ha prestato una pluriennale attività didattica negli istituti professionali per l’insegnamento di Storia dell’arte e del costume. Per tale disciplina ed ambiti affini, è stato incaricato, per circa un decennio, di tenere corsi presso il dipartimento di arte, musica, spettacolo e moda dell’Università di Padova. Attualmente, presta servizio nella stessa città presso una scuola con ordinamento universitario per il corso di laurea in mediazione linguistica, indirizzo moda. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni, a carattere didattico e scientifico, dedicate all’arte contemporanea e agli aspetti artistico-culturali della moda. Collabora in qualità di consulente a progetti di ricerca e divulgazione promossi dal Miur e dalla Regione Veneto.

Carmen Dal Monte, storica della filosofia, docente di etica della finanza e di etica della scienza. I suoi campi di ricerca riguardano l'etica e la filosofia contemporanea, la comunicazione scientifica e le nuove tecnologie. È ideatrice, con il suo team, di un metodo di studio adottato da molte scuole e istituti superiori. Autrice di numerose pubblicazioni, attualmente è presidente e responsabile scientifica dell’associazione culturale 123imparoastudiare. Tiene lezioni e corsi per lo IOR, per la Sapienza e per numerosi altri centri di ricerca.

Marcello Pecchioli è epistemologo, critico cinematografico e multimedia. Ha insegnato Estetiche tecnologiche e New Media in varie università italiane, e in alcune Accademie di Belle Arti. Si è occupato di animazione, cinema, televisione, fotografia, new media, tecnologie legate alla virtual e augmented reality. Attualmente è curatore di collana per Mimesis Editore.  È Presidente dell'Associazione "Age of Future" che si occupa di ricodifica della storia.

Andrea Scotti è stato trent´anni impegnato in una duplice ricerca focalizzata sia al recupero e classificazione delle fonti primarie della storia della scienza, sia allo sviluppo di architetture digitali aperte per la produzione, pubblicazione e distribuzione dei risultati scientifici sulla rete. Ha lavorato presso l´Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze come direttore di ricerca, ed insegnato presso molte Università e enti di ricerca, italiani, europei e americani. Ha collaborato a numerosi progetti europei sulla politica, metodologia e conservazione digitale dei beni culturali. Ha sviluppato un progetto chiamato Pinakes di cui oggi esistono tre versioni ancora in uso.

In collaborazione con

Mimesis Edizioni

Note

Nel corso della conferenza verrà proiettato il mini-documentario "I Computer del Medio-Evo" Produzione Gl Audio Video Roma, regia Giorgio Longo (Italia 2015).
 

Versione stampabile

Scoperte, scenari e nuovi orizzonti dal Tecno-Medio-Evo
Da 16 anni
il 28 ottobre, alle 15:30
Galata Museo del Mare Auditorium
Calata De Mari, 1
Visualizza sulla mappa
 
Ingresso: Biglietti Festival
Prenotazione: consigliata