Festival della Scienza

Contenuti del sito

Contenuto della pagina - Torna su


Incontro

Marte, l'ultima frontiera

Nuove tecniche per trasferimenti orbitali
Marcello Coradini, Francesco Topputo, modera: Fabio Pagan
L'evento fa parte di: Frontiere
Marte fa parte dell'immaginario collettivo da almeno due secoli. L'errore, in totale buona fede, dell'astronomo Schiaparelli, ha creato il mito della vita intelligente sul pianeta rosso. Questo mito è sopravissuto fino all'inizio dell'esplorazione spaziale di Marte. I primi satelliti Mariner ci mostrarono un pianeta arido e battuto da venti e tempeste di sabbia. Anno dopo anno, missione dopo missione, Marte è divenuto sempre più umido e geologicamente affascinante. Il futuro dell'esplorazione del pianeta rosso sarà quindi dedicato alla ricerca di forme elementari di vita e alla comprensione della sua evoluzione climatica. Ma come potrà l’uomo raggiungere Marte e superare le grandi sfide che questa missione comporta? L’incontro sarà anche l’occasione per presentare un’idea emersa recentemente che si basa sulla "cattura gravitazionale” della navicella all’arrivo su Marte, tecnica particolarmente adatta a missioni preparatorie di tipo cargo.

Biografie

Marcello Coradini è uno dei padri fondatori della Planetologia e   dell’esplorazione del Sistema Solare in Europa. I suoi lavori gli hanno fatto ottenere il NASA Special Award e la dedica dell'asteroide 4598. Attualmente si occupa di paleo-idrologia marziana. In ESA ha gestito per più di 20 anni le missioni nel Sistema Solare e  l’esplorazione di Marte. Dal 2010 al 2015 ha coordinato i programmi ESA/NASA presso il Jet Propulsion Laboratory di Pasadena. Ha pubblicato circa 150 articoli e 7 libri.

Fabio Pagan, biologo di formazione e giornalista scientifico di professione, è stato redattore del quotidiano “Il Piccolo” di Trieste, sul quale scrive da quasi cinquant'anni. Collaboratore di varie testate e conduttore di programmi RAI (“Radio3 Scienza”), a Trieste ha lavorato come addetto stampa al Centro internazionale di fisica teorica (ICTP) e nel 1993 è stato tra i “padri” del Master in comunicazione della scienza della SISSA in qualità di docente e vicedirettore. È associato INAF (Istituto nazionale di astrofisica), fa parte del consiglio scientifico della Società italiana di astrobiologia e rappresenta l’Unione giornalisti italiani scientifici (UGIS) nell’ambito dell’organizzazione europea EUSJA.

Francesco Topputo è docente di Sistemi Aerospaziali al Dipartimento di Scienze e Tecnologie Aerospaziali del Politecnico di Milano. La sua attività di ricerca riguarda l'astrodinamica non lineare, i metodi numerici per il controllo ottimo e la progettazione preliminare di sistemi spaziali. È autore di numerosi lavori pubblicati su riviste scientifiche e in atti di congressi internazionali. Nel 2014 ha proposto un metodo innovativo per raggiungere Marte, basato su cattura balistica, che e stato pubblicato su Scientific American.

In collaborazione con

Il Mulino
 

Versione stampabile

Marte, l'ultima frontiera
Da 14 anni
il 25 ottobre, alle 18:30
Palazzo della Borsa, Sala delle Grida
Via XX Settembre, 44
Visualizza sulla mappa
 
Ingresso: Biglietti Festival
Prenotazione: consigliata