Festival della Scienza

Contenuti del sito

Contenuto della pagina - Torna su


Incontro

Un fiuto eccezionale... per la diagnosi medica

Rilevazione olfattiva canina di pazienti affetti da cancro prostatico
Gianluigi Taverna, Lorenzo Tidu
Il cancro della prostata è la patologia neoplastica più frequente negli uomini. Sebbene il dosaggio dell'antigene prostatico specifico (PSA) rimanga lo strumento più utilizzato, notevoli sforzi sono stati condotti per trovare altri biomarcatori con più elevata predittività. Presso il Centro Militare Veterinario di Grosseto si sono addestrati due cani dell'Esercito Italiano a segnalare le urine di pazienti affetti da cancro prostatico. Dalla letteratura del settore si evince che i cani hanno la capacità di selezionare i malati, tramite l'olfatto, con una sensibilità e una specificità del 91%, da 3 a 5 volte superiore al test PSA. L’addestramento ha coinvolto due femmine di Pastore Tedesco, Liù e Zoe. Lo scopo è consistito nel condizionarli a segnalare la presenza dei Composti Organici Volatili (VOCs) e insegnare loro a rispondere con il comportamento del "seduto" quando ne percepivano l'odore. I cani hanno manifestato risposte corrette, dimostrando una specificità superiore al 97%.

Biografie

Gianluigi Taverna, dal 1996 al 2015 ha lavorato presso l’Istituto Clinico Humanitas, dal 2009, è stato Responsabile della Sezione di Patologia Prostatica. Attualmente lavora presso Humanitas Mater Domini di Castellanza ove riveste il Ruolo di Responsabile e continua la collaborazione con Humanitas University ove svolge attività di ricerca e chirurgica. Grazie all’esperienza clinica e scientifica specifica fa parte dell’Editorial Board ed è referee di numerose riviste scientifiche internazionali collaborando alla stesura di testi uro-oncologici e all’organizzazione di simposi nazionali ed internazionali. Dal giugno 2012 è presidente del Comitato Tecnico Scientifico, patrocinato dal Ministero della Difesa Italiana, riguardante “la diagnosi olfattiva canina del carcinoma prostatico” sviluppando una collaborazione tra l’Istituto Clinico Humanitas, Humanitas Mater Domini e il Centro Militare Veterinario (CEMIVET) di Grosseto.

Il Ten. Col. sa. vet. Lorenzo Tidu, ha frequentato il 21° Corso dell'Accademia Militare Interforze, Corpo Veterinario dell'Esercito a Pinerolo (TO) ed è laureato in Medicina Veterinaria presso l'Università di Torino. In qualità di Ufficiale veterinario ha prestato servizio presso la Scuola del Corpo Veterinario Militare, il Centro Addestramento Cinofili della Guardia di Finanza, il Centro militare veterinario, dove tuttora lavora come Capo sezione medicina e diagnostica canina presso l’Infermeria del Centro Militare veterinario di Grosseto. Ha partecipato a missioni in Afghanistan e Kosovo. E’ stato relatore in numerosi eventi scientifici inerenti l’etologia e la prevenzione dei disturbi comportamentali nel cane. E’ autore di nove pubblicazioni scientifiche.

In collaborazione con

Ministero della Difesa
 

Versione stampabile

Un fiuto eccezionale...per la diagnosi medica
Da 16 anni
il 24 ottobre, alle 16:30
Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio
P.zza Matteotti 9
Visualizza sulla mappa
 
Ingresso: Biglietti Festival
Prenotazione: consigliata